Andrea Pittini
Consulente Web & Comunicazione


NewsFeed



Adottare un approccio Human-centered nel proprio flusso lavorativo, a che punto siamo?
by Andrea Pittini - Settembre 2018

Adottare un approccio Human-centered nel proprio flusso lavorativo, a che punto siamo? Qualcuno inizia già a sostituire il termine Web Design con Customer Experience Design. Condividete? Da qualche mese sto cercando di approfondire questi temi attraverso blog, materiali del MIT o articoli pubblicati sul Journal of Advertising. Mi piacerebbe confrontarmi con altri professionisti e magari iniziare un sano scambio di opinioni e considerazioni.



COMMENTA SU LINKEDIN



Ottimizzare le campagne Google Ads sola chiamata, due casi reali.
by Andrea Pittini - Agosto 2018

Gli annunci di sola chiamata rappresentano una soluzione molto redditizia per le tipologie di business che utilizzano ancora il telefono come strumento primario per l'acquisizione dei propri clienti. Nel mese di luglio ho gestito campagne per due aziende che operano in settori diversi, entrambe con budget iniziali molto limitati. I risultati sono stati soddisfacenti, un'azienda è riuscita ad avere un rapporto 1:5 rispetto all'investimento pubblicitario, ma all'inizio ci sono stati numerosi problemi. Il telefono squillava anche 10 volte al giorno, ma erano tutte telefonate di utenti che cercavano aziende diverse dalla nostra, nonostante l'annuncio fosse chiaro e non lasciasse spazio ad altre interpretazioni. Dopo essermi confrontato con il personale del supporto Google e un mio collega esperto in Google Ads, sono riuscito a profilare al meglio le ricerche e dopo circa 3 settimane la qualità delle query era notevolmente migliorata e iniziava a generare conversioni reali.

Da questa esperienza ho creato la mia lista di best practices che desidero condividere con voi per confrontarmi su quanto fatto e ottenuto.

  • Creare gruppi di annunci in base alle parole chiave più efficaci, ottimizzare per conversione
  • Diversificare parole chiave e gruppi di annunci a seconda della tipologia del prodotto / servizio
  • Indicare sempre il nome della città vicino al nome dell'azienda nel testo dell'annuncio
  • Aggiungere come parole chiave escluse le query di ricerca che hanno generato traffico ma non corrispondevano all'attività (es. parole chiave di concorrenti, oppure combinazione di parole chiave con estensione geografica)
  • Incrementare il budget pubblicitario per gli annunci più redditizi
  • Sfruttare la pianificazione della pubblicazione per pubblicare gli annunci di sola chiamata solo durante l'orario di apertura dell'attività
  • Utilizzare le estensioni per raggio al fine di mostrare l'annuncio solo all'utente che si trova in prossimità dell'azienda
Qual è la vostra esperienza con Google Ads sola chiamata? Avete avuto un'esperienza simile?



COMMENTA SU LINKEDIN



Skeleton CSS, un ottimo framework di sviluppo web
by Andrea Pittini - Luglio 2018

Avete mai provato il framework CSS Skeleton? A mio avviso è un sistema rapido e semplice per iniziare da zero un progetto web responsive, senza preoccuparsi di eliminare o modificare centinaia di righe di codice come avviene invece con siti basati su Bootstrap o simili. Negli ultimi mesi ho creato numerosi progetti, tutti con ottimi risultati anche dal punto di vista SEO (il framework è leggerissimo e ben strutturato). Peccato non esista di default una barra di navigazione già impostata. Mi piacerebbe condividere con altri web dev l'esperienza Skeleton. Qualcuno di voi lo conosce e lo usa?
COMMENTA SU LINKEDIN



Customer experience e sovraccarico cognitivo
by Andrea Pittini - Luglio 2018

Le aziende di medie e grandi dimensioni che desiderano investire nel futuro della comunicazione digitale, rafforzando il proprio brand sfruttando al meglio i canali di comunicazione offerti dai digital media, stanno gradualmente diventando organizzazioni "design first".

I social network sono i più grandi contenitori di contenuti web generati dagli utenti: tutti condividono tutto, le nostre bacheche ricevono aggiornamenti continui da utenti e organizzazioni e spesso, la soglia di attenzione diminuisce. A questo problema, le aziende rispondono con la creazione di contenuti coinvolgenti, adottando piani di comunicazione e piani editoriali che garantiscano la massima esposizione dei contenuti all’utente target. L’azienda design first si propone di creare e pubblicare contenuti ad alto contenuto creativo, al fine di garantire un’esperienza il più possibile personalizzata per il cliente.

Il processo potrebbe essere riassunto in questo modo:
Creatività -> Customer Experience -> Digital Media -> Feedback


Non è più così scontato ottenere conversioni di qualità in seguito a una campagna organica o a pagamento sui principali social media. Ancora una volta, contenuti ed esperienza utente devono essere progettati in modo ottimale poiché la sola copertura non ha più l’efficacia di un tempo. Ci stiamo avvicinando alla soglia del sovraccarico cognitivo? Per quanto tempo ancora i nostri clienti saranno fedeli e seguiranno in modo proattivo i nostri aggiornamenti?

Troppo rumore equivale a una cattiva comunicazione. Da un dialogo bidirezionale e interattivo si potrebbe passare a un dialogo mono direzionale, sbilanciato sul soggetto emittente. Il ricevente, infastidito dei continui messaggi che lo esortano a compiere una determinata azione (una delle best practices per i contenuti sui social media è infatti la presenza di una call to action chiara ed efficace), potrebbe decidere di andare oltre ed evitare i messaggi, o addirittura, nei casi più estremi, abbandonare il canale di comunicazione.

Alcune piattaforme social media hanno di recente modificato i loro algoritmi per favorire o penalizzare i contenuti pubblicati online. In questo modo, attraverso dinamiche interne regolate dall’algoritmo stesso, saranno organizzate le priorità di visualizzazione e ranking. Questo fenomeno condizionerà sicuramente l'evoluzione della pubblicità sui social media dei prossimi mesi, sia per gli annunci organici, sia per quelli a pagamento.
COMMENTA SU LINKEDIN



La Comunicazione continua sui social media
by Andrea Pittini - Giugno 2018

Condivisioni, like, aggiornamenti continui… il flusso comunicativo sta aumentando, cosa succederebbe se le persone decidessero di eliminare il superfluo per concentrarsi solo sui loro reali interessi, rimpossessandosi del tempo a loro disposizione? L’eccessiva comunicazione, anche a pagamento, ha di fatto gonfiato i nostri profili social con troppe informazioni. Tutti condividono tutto, si sta perdendo il valore e l’utilità del contenuto ed esiste il rischio che la comunicazione da interattiva e bidirezionale torni ad essere mono-direzionale.

Dalle recenti analisi sui trend digitali è emerso che la creatività e il design sono utilizzati per perseguire la differenziazione. Riuscirà un post con alto contenuto creativo a farsi notare tra tutti gli aggiornamenti e contenuti presenti online? In che modo il cliente dovrebbe leggere proprio quel contributo? Le modifiche che alcune piattaforme social stanno apportando ai contenuti (es. la priorità dei post su Facebook), potrebbero influenzare negativamente la quantità e la qualità dei contenuti stessi, penalizzando di fatto i contributi organici per favorire quelli a pagamento.

Cosa ne pensate? Avete notato cambiamenti in questi ultimi mesi relativi alle performance di campagne SMM?
COMMENTA SU LINKEDIN


Contatti

Andrea Pittini
Consulente Web & Comunicazione

P.IVA 02839350309

Mobile: +39 340 5016998
Email: consulting@andreapittini.com

Office

Via E. Fermi 68 Ufficio 6
Feletto Umberto (UD)


Lun - Ven: 10:00 - 18:00
Si riceve su appuntamento

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy Policy e accetto i termini e condizioni

Termini e Condizioni
Ottieni informazioni su come sono conservati i tuoi dati, il loro utilizzo e per quali finalità. Potrai visionarli in qualsiasi momento e richiedere la loro cancellazione. Prima di continuare, leggi l'informativa sulla privacy.